Emergenza Coronavirus

26 Febbraio 2020 18:00Visto da: 10

Il Segretario Generale dell’UGL, Francesco Paolo Capone, è stato convocato ieri, domenica 23 febbraio,
insieme a Cgil, Cisl e Uil all’incontro presso il Ministero del Lavoro, nel corso del quale il Ministro Nunzia
Catalfo ha informato le Organizzazioni sindacali in merito alle misure straordinarie che il Governo intende
adottare, attraverso un decreto, a vantaggio di lavoratori e imprese alla luce dell’emergenza sanitaria
rappresentata dal Coronavirus.
Tra le misure, gli ammortizzatori sociali ordinari e in deroga anche per i lavoratori dipendenti delle piccole
imprese; agevolazioni per le aziende che hanno bloccato la produzione perché all’interno delle aree focolaio
dell’infezione; interventi in corso di definizione presso il ministero della Funzione pubblica per i dipendenti
pubblici impossibilitati a lavorare. Come dichiarato dallo stesso Ministro sono allo studio ulteriori strumenti.
Quello aperto ieri è a un tavolo di «confronto permanente» mirato a monitorare l’evoluzione della
situazione».
Si tratta di forme di tutela che al momento riguardano le zone focolaio dell’infezione, ma potranno
riguardare anche lavoratori non residenti all’interno delle stesse aree ma che in esse vi lavorano. Per
lavoratori autonomi e con partita Iva potrebbero essere previste indennità. Misure anche a vantaggio dei
datori di lavoro.
La situazione è in continuo aggiornamento e faremo in modo di comunicare nel modo più tempestivo
possibile tutte le novità.
Invitiamo le Federazioni e le strutture Territoriali sia a non ingenerare, attraverso comunicazioni
sovrapposte, confusione tra i lavoratori sia a collaborare con le Aziende per fronteggiare i possibili effetti del
Coronavirus nella maniera più efficace possibile.
È preferibile concordare con le Aziende tutte le eventuali comunicazioni al personale e sugli sviluppi futuri e
con esse sempre individuare precauzioni a tutela dei lavoratori come forme di lavoro agile ove sia possibile
oppure chiedendo che il personale obbligato a presidiare i luoghi di lavoro sia munito del vestiario e degli
strumenti utili a proteggerlo dal contatto con il pubblico.
Per tutti i genitori coinvolti dalla chiusura obbligatoria delle Scuole invitiamo a prevedere e a chiedere tutte
le forme di flessibilità previste dal contratto e anche altre più efficaci che possano essere messe in campo
temporaneamente.

COM-STRUTTURE-24022020

Tags:
shared on wplocker.com