Cronaca

Sempre in prima linea!

In questo momento storico senza precedenti, non ci tiriamo indietro. Ai tempi del Covid-19, le istituzioni finalmente considerano quella delle Guardie Giurate una categoria indispensabile e noi ne siamo fieri, fieri di rendere il nostro servizio al Paese messo in ginocchio.
Siamo quelli che continuano a presidiare i pronto soccorso, che trasportano il denaro, che di notte continuano a garantire i servizi di vigilanza, siamo quelli davanti ai supermercati che moderano le code. Purtroppo non è tutto, perché siamo anche quelli che hanno un contratto scaduto, siamo quelli chiamati “vigilantes”, siamo padri, mariti e figli che indossano una divisa con orgoglio e che cercano di fare il meglio per la propria dignità di uomini e di cittadini italiani.
La domanda, allora, sorge spontanea: questa improvvisa importanza è obbligata dalla circostanza? Ci è data solo “su carta” o realmente si ha intenzione di elevare la nostra categoria a degna riconoscenza?