Domande & Risposte

Lavoratori privi di Green Pass e relative sanzioni

Ci sono giunte diverse domande sulle sanzioni previste per i lavoratori sprovvisti di Green Pass. Facciamo chiarezza attraverso la nostra rubrica D&R.
Quando parliamo di sanzioni per i lavoratori privati dovute al mancato possesso del Green Pass bisogna fare una distinzione ben precisa. Esiste infatti la sanzione amministrativa inflitta dal prefetto e la sanzione disciplinare da parte del datore di lavoro.
Il decreto legge 127/2021 (in vigore dal prossimo 15 ottobre) specifica che ci sono due casi in cui la mancanza del Green Pass non porta a nessuna sanzione:
a) Se il lavoratore comunica preventivamente di non possedere il Green Pass
b) Se il lavoratore risulta privo di Green Pass all’ingresso del luogo di lavoro
In questi due casi il decreto legge specifica che non dev’essere applicata nessuna sanzione, fermo restando che i giorni in cui non si lavora verranno considerati come assenza ingiustificata e non daranno diritto alla retribuzione.
Discorso diverso invece per i lavoratori che accederanno ai luoghi di lavoro in violazione del D.L. 127/2021 e che verranno sorpresi senza Green Pass durante i controlli a campione. In questo caso ci saranno conseguenze disciplinari dovute alla contestazione del fatto e, nel caso la situazione venisse segnalata al prefetto, il lavoratore dovrà far fronte anche al pagamento della sanzione amministrativa che va da 600 a 1500€.
Specifichiamo che la contestazione irrogata dal datore di lavoro dovrà seguire l’iter previsto dall’art.7 dello statuto dei lavoratori come qualsiasi altra contestazione disciplinare.
 
D&R13 sanzioni per il lavoratore privo del green pass