Comunicati

Rinnovo CCNL Vigilanza Privata: un negoziato difficile

Proseguono le trattive per il rinnovo del CCNL della vigilanza privata scaduto ormai da 7 anni. La UGL Sicurezza Civile ha incontrato tutte le associazioni datoriali e si è discusso nel merito della parte economica.
Nello specifico la parte datoriale ha manifestato la volontà di procedere ad erogare un aumento retributivo per il personale non armato di circa 100€ con il superamento, nel giro di 12 mesi del livello F e progressivamente del livello E portando così nel tempo la paga base del personale non armato a circa 1000€ mensili.
Per quanto riguarda le Guardie Particolari Giurate la proposta di aumento è stata quantificata in 90€ (al quarto livello contrattuale) da erogare in 4 anni con l’aggiunta di un importo una tantum di 350€ che verrà erogato sotto forma di welfare per tutto il personale decretato.
La proposta di aumento di 90€ per il quarto livello andrebbe poi riparametrata in base ai livelli.
La delegazione della segreteria nazionale, preso atto della proposta di aumento salariale, sia per le Guardie Particolari Giurate che per i lavoratori dei servizi fiduciari, si riserva di rivalutare la proposta economica soprattutto alla luce dei recenti aumenti del costo della vita che coinvolgono il settore dell’energia e ricadono su tutti i beni di consumo.
La UGL si è detta pronta ad approfondire il discorso del welfare, anche aldilà dell’importo una tantum proposto, dimostrando lungimiranza nelle trattative che si trovano in una situazione di stallo ormai da troppo tempo.
Le parti si sono impegnate ad incontrarsi nelle prossime settimane per proseguire il percorso negoziale.

SCARICA PDF

AC_0009_Esito incontro rinnovo ccnl