Comunicati

FASIV: Fondo di assistenza sanitaria integrativa per i dipendenti della vigilanza privata

Il Contratto Collettivo Nazionale per Dipendenti da Istituti e Imprese di Vigilanza Privata prevede che tutti i lavoratori operanti nel settore ed inquadrati con questo contratto siano coperti da un fondo di assistenza sanitaria integrativa, il FASIV: la quota è a totale carico del datore di lavoro.

Questo garantisce una copertura sanitaria aggiuntiva avvalendosi della collaborazione di assicurazioni sanitarie specializzate.

La maggior parte dei lavoratori non sa che il FASIV rimborsa in forma diretta i ticket sanitari pagati al Servizio Sanitario Nazionale per analisi di laboratorio e per prestazioni di pronto soccorso (per un massimo di 700 € l’anno), per esami diagnostici (per un massimo di 1.000 € l’anno) e visite specialistiche (per un massimo di 1.000 € l’anno). È sufficiente registrarsi nell’area personale del sito www.fasiv.it.

A seguito della registrazione, tramite il nostro codice fiscale, il sito evidenzierà la polizza a nostro nome, stipulata dal nostro Istituto di Vigilanza, e da qui si potrà procedere alla richiesta diretta del rimborso, allegando alla domanda la ricevuta del pagamento del ticket sanitario.
È previsto anche un “pacchetto maternità” in cui rientrano le prestazioni inerenti gli accertamenti prenatali, fino a 1.500 € di copertura.

Il FASIV, in forma diretta, rimborsa anche le spese di vitto e alloggio nel caso sia necessario un periodo di degenza di un figlio (nei primi 5 anni di vita) ricoverato per gravi interventi, per un massimo di 1.500 €.
Inoltre, il fondo garantisce agevolazioni per prestazioni erogate da case di cura, laboratori analisi, studi medici e dentistici, convenzionati con UniSalute, l’assicurazione sanitaria con cui collabora il FASIV, mettendo a disposizione di ogni lavoratore una somma annua da utilizzare, mantenendo il totale costo a proprio carico fino all’esaurimento della stessa o dietro il pagamento di una piccolissima quota (qualche decina di euro) per alcune prestazioni.

Per poter usufruire delle prestazioni sanitarie tramite strutture convenzionate è necessario registrarsi al sito www.unisalute.it: è possibile procedere alla prenotazione della prestazione specialistica nelle strutture convenzionate di ogni provincia. Tutte le prestazioni erogate in convenzione hanno un massimale annuo di disponibilità di copertura.

Sapevate, ad esempio, che il Fondo FASIV provvede totalmente al pagamento di una visita odontoiatrica e di una seduta di igiene orale professionale da fruire una volta l’anno?

SCARICA PDF

FB_0001_fasiv