Formazione e Normativa

Ispettorato Nazionale del Lavoro: obbligo formativo per datori, dirigenti e preposti

Con propria nota del 16/02/2022, l’Ispettorato Nazionale del Lavoro in applicazione al DL 146/2021, istituisce un nuovo percorso formativo per datore di lavoro, dirigenti e preposti. In aggiunta a questo, ha predisposto anche un registro informatico per la tenuta delle attività formative di questi figure ai sensi dell’art. 37 D.lgs 81/2008.

Le novità introdotte, riguardano l’obbligo formativo per la figura del datore di lavoro che dovrà seguire dei corsi ed aggiornarsi ogni due anni. Per dirigenti e preposti, già assoggettati all’obbligo formativo (art. 37 comma 7) sono stati istituiti nuovi percorsi didattici ancora in via di definizione presso la Conferenza Stato-Regioni entro il 30 Giugno 2022, ma con la novità che tale percorso avvenga in presenza e con un aggiornamento biennale, facendo “non venire meno, nelle more della sua adozione, l’obbligo formativo anche a suo carico”.

Ulteriori novità prevedono l’obbligo di addestramento per dirigenti e preposti “direttamente sul luogo di lavoro a mezzo di persona esperta” e che tale percorso sia compitamente annotato per consentirne il tracciamento a mezzo di un registro che può essere anche informatizzato, dall’entrata in vigore del 21 dicembre 2021.

“Ne consegue che la violazione degli obblighi di addestramento si realizza anche qualora venga accertata l’assenza della prova pratica e/o dell’esercitazione applicata”, richiesta dalla nuova disciplina introdotta dal DL 146/2021. Non si rileva invece ai fini sanzionatori il tracciamento dell’addestramento nel registro informatizzato, elemento comunque utile sotto il diverso profilo delle procedure accertative e rispetto al quale sarà possibile l’emanazione di una disposizione.

SCARICA PDF

LB_0007 - INL obbligo formativo