Facebook Posts

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons
Per quantificare quanti giorni di permesso spettano alle GPG che lavorano con il sistema lavorativo 5+1 dobbiamo esaminare gli articoli 76 e 84 del CCNL.L’art.84 stabilisce al primo comma che sono trasformate in permessi annuali le 5 ex festività religiose e nazionali più la festa del santo patrono.Al secondo comma restano confermate 6 giornate di permesso annuale.Ed infine al terzo comma viene confermata un’ulteriore giornata di permesso.Abbiamo dunque un totale di 13 giornate di permesso annuale conosciuti anche con l’acronimo di P.A.L’art. 76 che regola l’orario di lavoro per il sistema 5+1 stabilisce che “verranno concessi sette giorni di permesso di conguaglio per ogni anno di servizio prestato” prestato”.Questi ultimi sono indicati in alcune buste paga con l’acronimo di P.C.Sommando dunque i 13 P.A. con i 7 P.C. si ottengono 20 permessi annui retribuiti.
Per quantificare quanti giorni di permesso spettano alle GPG che lavorano con il sistema lavorativo 5+1 dobbiamo esaminare gli articoli 76 e 84 del CCNL.
L’art.84 stabilisce al primo comma che sono trasformate in permessi annuali le 5 ex festività religiose e nazionali più la festa del santo patrono.
Al secondo comma restano confermate 6 giornate di permesso annuale.
Ed infine al terzo comma viene confermata un’ulteriore giornata di permesso.
Abbiamo dunque un totale di 13 giornate di permesso annuale conosciuti anche con l’acronimo di P.A.
L’art. 76 che regola l’orario di lavoro per il sistema 5+1 stabilisce che “verranno concessi sette giorni di permesso di conguaglio per ogni anno di servizio prestato” prestato”.
Questi ultimi sono indicati in alcune buste paga con l’acronimo di P.C.
Sommando dunque i 13 P.A. con i 7 P.C. si ottengono 20 permessi annui retribuiti.
... Vedi altro...Vedi di meno...
Durante la riunione del consiglio dei ministri che si è tenuta nella giornata di ieri è stata decisa la proroga dello stato d’emergenza fino al 31/12/2021.Ricordiamo che a differenza dei primi DPCM usciti all’inizio della pandemia, che fissavano di volta in volta la data per la proroga delle scadenze, attualmente è in vigore il cosiddetto “termine mobile”.Grazie ad esso, come possiamo leggere sul sito della polizia di stato “i certificati, attestati, permessi, concessioni, autorizzazioni e atti abilitativi, compresi i titoli di polizia, conservano la loro validità per i 90 giorni successivi alla cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-19”Dunque tutti i documenti sopra citati che scadranno entro la fine del 2021 saranno validi fino al 31 Marzo 2022.Consigliamo comunque di attivarsi per il rinnovo nei tempi classici e secondo le richieste degli istituti di vigilanza.
Durante la riunione del consiglio dei ministri che si è tenuta nella giornata di ieri è stata decisa la proroga dello stato d’emergenza fino al 31/12/2021.
Ricordiamo che a differenza dei primi DPCM usciti all’inizio della pandemia, che fissavano di volta in volta la data per la proroga delle scadenze, attualmente è in vigore il cosiddetto “termine mobile”.
Grazie ad esso, come possiamo leggere sul sito della polizia di stato “i certificati, attestati, permessi, concessioni, autorizzazioni e atti abilitativi, compresi i titoli di polizia, conservano la loro validità per i 90 giorni successivi alla cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-19”
Dunque tutti i documenti sopra citati che scadranno entro la fine del 2021 saranno validi fino al 31 Marzo 2022.
Consigliamo comunque di attivarsi per il rinnovo nei tempi classici e secondo le richieste degli istituti di vigilanza.
... Vedi altro...Vedi di meno...
Schede riguardanti il nuovo decreto redatte da Ali.Ricordiamo che lo stato demergenza legato alla pandemia è stato prorogato fino al 31 dicembre 2021.
Schede riguardanti il nuovo decreto redatte da Ali.
Ricordiamo che lo stato d'emergenza legato alla pandemia è stato prorogato fino al 31 dicembre 2021.
... Vedi altro...Vedi di meno...

Commenta su Facebook

In teoria andrebbero aggiunto anche manifestazioni politiche e scioperi!!...e se cammini e ti trovi in mezzo ad un assembramento.

La cabina di regia di Palazzo Chigi ha diramato le seguenti disposizioni in vigore dal 5 Agosto.

✅ Green Pass per accedere ai tavoli al chiuso ai ristoranti e bar, non sarà invece necessario per consumare al bancone.

🔴🟠🟡⚪️ Parametri per i passaggi di colore: in giallo con il 10% d’occupazione delle terapie intensive e il 15% dei ricoveri.

💃 💿 Discoteche resteranno ancora chiuse

🏋️ Nelle Palestre obbligatorio il Green Pass

🎭🎤 Spettacoli con obbligo del Green Pass

⛲️ Terme con obbligo del Green Pass

ℹ️ La quarantena ridotta se vaccinati.

‼️ Stato d’emergenza prorogato fino al 31/12.

🚊🚌 Sui trasporti il governo deciderà a settembre
... Vedi altro...Vedi di meno...
Stamane il tribunale fallimentare di Roma ha dichiarato il fallimento della società Gruppo Secur Srl (ex SIPRO)
Stamane il tribunale fallimentare di Roma ha dichiarato il fallimento della società Gruppo Secur Srl (ex SIPRO) ... Vedi altro...Vedi di meno...
Concludiamo oggi il discorso sulla figura del preposto alla sicurezza con un approfondimento del cosiddetto preposto di fatto.Partendo subito dal dispositivo di legge, questa figura non ufficiale ma ufficiosa, trova riscontro nellart.299 del Dlgs 81/2008, che ne ha previsto la fattispecie e dispone che “le posizioni di garanzia relative ai soggetti di cui all’articolo 2, comma 1, lettere B, D ed E (datore di lavoro, dirigente e preposto, ndr) gravano altresì su colui il quale, pur sprovvisto di regolare investitura, eserciti i n concreto i poteri giuridici riferiti a ciascuno dei soggetti ivi definiti.”In parole povere ed in specifiche situazioni, chi si sostituisce alle figure riconosciute, con disposizioni ed indicazioni ad altri lavoratori, assume il ruolo di garanzia (leggasi responsabilità) sulle attività svolte.Interessante notare anche come la recente giurisprudenza (Cassazione Penale) ha trovato come nesso di casualità nella formulazione delle sentenze, diversi aspetti che possono sfuggire al lavoratore volontariamente o involontariamente, come ad esempio il mero aspetto di anzianità in un gruppo di lavoro oppure la manifesta autonomia decisionale. Nelle considerazioni che si possono fare nel comparto vigilanza privata, ad esempio se durante un cambio turno tra due GPG, lo smontante comunica una disposizione che potrebbe causare un danno al collega montante e non prevista dagli ordini di servizio, il primo se ne assume la responsabilità. Come allo stesso modo il capoequipaggio di un blindato, oppure loperatore di centrale che indica le modalità con le quali si richiede al collega sottoposto di svolgere un dato compito durante il proprio servizio, se quanto richiesto non rispecchia quelle che sono le mansioni o i rischi previsti.Si tenga presente che normalmente, oltre al datore di lavoro chiamato sempre a rispondere delle propriedecisioni e/o omissioni, o della persona da questo designata al controllo del rispetto delle norme di sicurezza, anche i colleghi capiservizio, capiturno, coordinatori, operatori di centrale e capoequipaggio intrinsecamente rivestono questa qualità di preposto sotto il profilo di legge.Con questa spiegazione pertanto si vuole attenzionare anche il lavoratore, che si inserisca anche ufficiosamente nel quadro dato in questa nota informativa. Questo aspetto ha quindi implicazioni rilevanti quando si lavora in gruppo o quando si comunicano specifiche richieste al turno di lavoro successivo. Per questo infatti, è cosa buona e giusta interpellare sempre la figura al livello superiore nella catena di comando, che tra laltro viene prima formato e poi renumerato per questa sua riconosciuta superiorità.Vogliamo anche ricordare che le sanzioni e le pene previste dal testo unico della 81/2008 sono sempre acarattere penale.
Concludiamo oggi il discorso sulla figura del preposto alla sicurezza con un approfondimento del cosiddetto preposto di fatto.

Partendo subito dal dispositivo di legge, questa figura non ufficiale ma ufficiosa, trova riscontro nell'art.299 del Dlgs 81/2008, che ne ha previsto la fattispecie e dispone che “le posizioni di garanzia relative ai soggetti di cui all’articolo 2, comma 1, lettere B, D ed E (datore di lavoro, dirigente e preposto, ndr) gravano altresì su colui il quale, pur sprovvisto di regolare investitura, eserciti i n concreto i poteri giuridici riferiti a ciascuno dei soggetti ivi definiti.”
In parole povere ed in specifiche situazioni, chi si sostituisce alle figure riconosciute, con disposizioni ed indicazioni ad altri lavoratori, assume il ruolo di garanzia (leggasi responsabilità) sulle attività svolte.
Interessante notare anche come la recente giurisprudenza (Cassazione Penale) ha trovato come nesso di casualità nella formulazione delle sentenze, diversi aspetti che possono sfuggire al lavoratore volontariamente o involontariamente, come ad esempio il mero aspetto di anzianità in un gruppo di lavoro oppure la manifesta autonomia decisionale.
Nelle considerazioni che si possono fare nel comparto vigilanza privata, ad esempio se durante un cambio turno tra due GPG, lo smontante comunica una disposizione che potrebbe causare un danno al collega montante e non prevista dagli ordini di servizio, il primo se ne assume la responsabilità. Come allo stesso modo il capoequipaggio di un blindato, oppure l'operatore di centrale che indica le modalità con le quali si richiede al collega sottoposto di svolgere un dato compito durante il proprio servizio, se quanto richiesto non rispecchia quelle che sono le mansioni o i rischi previsti.
Si tenga presente che normalmente, oltre al datore di lavoro chiamato sempre a rispondere delle proprie
decisioni e/o omissioni, o della persona da questo designata al controllo del rispetto delle norme di sicurezza, anche i colleghi capiservizio, capiturno, coordinatori, operatori di centrale e capoequipaggio intrinsecamente rivestono questa qualità di preposto sotto il profilo di legge.
Con questa spiegazione pertanto si vuole attenzionare anche il lavoratore, che si inserisca anche ufficiosamente nel quadro dato in questa nota informativa.
Questo aspetto ha quindi implicazioni rilevanti quando si lavora in gruppo o quando si comunicano specifiche richieste al turno di lavoro successivo.
Per questo infatti, è cosa buona e giusta interpellare sempre la figura al livello superiore nella catena di comando, che tra l'altro viene prima formato e poi renumerato per questa sua riconosciuta superiorità.
Vogliamo anche ricordare che le sanzioni e le pene previste dal testo unico della 81/2008 sono sempre a
carattere penale.
... Vedi altro...Vedi di meno...

Commenta su Facebook

Mannaggia la sbomballata! Ma se in un'azienda, in una impresa, vi è la NOMINA di un Pinco Pallino che si chiama preposto (se è capace di intendere e volere la sua accettazione della nomina è valida) che cavolo esce questo articolo? Ma vogliamo essere seri una volta nelle leggi in Italia o no? Io, ingegnere, architetto, geometra, scienziato che sia, NON ACCETTO alcuna nomina in ditta riguardante compiti su sicurezza. E allora? Che responsabilità dovrei avere se non me occupo? Per il solo fatto di essere in cantiere? Ho parlato chiaro al momento dell'assunzione. Vi è un RSPP, vi è un capocantiere, vi è un preposto e vi è l'assistente dell'rspp perché è spesso altrove. In cantiere sto Tizio coordina le cose da fare dal punto di vista tecnico, contabile e geometrico. Fatemi capire se ha o meno responsabilità se un operaio si fa male. Ma vogliamo scherzare? per il solo fatto che sta in cantiere e la mattina da istruzioni per eseguire un cronoprogramma? Ma diamo in numeri? Circostanziate le cose perché leggere pagine di chiacchiere a vuoto non è il caso. Spero di aver esposto il mio totale disappunto nel peggior modo possibile

News dallEuropa numero 7
News dall'Europa numero 7 ... Vedi altro...Vedi di meno...
FASIV: PROROGATE LE PRESTAZIONI INTEGRATIVE COVID 19Restano invariate la diaria da isolamento ospedaliero e l’indennità forfettaria a fronte di positività al Covid-19 confermata dal referto del tampone molecolare.La diaria da isolamento domiciliare resta a carico di Unisalute solo per positività al Covid-19 accertata nel periodo 01/01/2021 – 30/06/2021.La diaria da isolamento domiciliare, a fronte di positività al Covid-19 confermata dal referto del tampone molecolare nel periodo che va dal 01/07/2021 al 30/09/2021 verrà erogata in forma diretta dal FASIV inviando il modulo e la documentazione necessaria attraverso le seguenti modalità:Via posta cartacea a Fondo Fasiv, Via Piemonte, 32 – 00187 Roma;Dal sito www.fasiv.it accedendo all’area rimborsi online.In questo post potete trovare tutti gli importi spettanti ai lavoratorihttps://www.facebook.com/UGLSC/posts/121944623120442
FASIV: PROROGATE LE PRESTAZIONI INTEGRATIVE COVID 19

Restano invariate la diaria da isolamento ospedaliero e l’indennità forfettaria a fronte di positività al Covid-19 confermata dal referto del tampone molecolare.
La diaria da isolamento domiciliare resta a carico di Unisalute solo per positività al Covid-19 accertata nel periodo 01/01/2021 – 30/06/2021.
La diaria da isolamento domiciliare, a fronte di positività al Covid-19 confermata dal referto del tampone molecolare nel periodo che va dal 01/07/2021 al 30/09/2021 verrà erogata in forma diretta dal FASIV inviando il modulo e la documentazione necessaria attraverso le seguenti modalità:
Via posta cartacea a Fondo Fasiv, Via Piemonte, 32 – 00187 Roma;
Dal sito www.fasiv.it accedendo all’area rimborsi online.

In questo post potete trovare tutti gli importi spettanti ai lavoratori
www.facebook.com/UGLSC/posts/121944623120442
... Vedi altro...Vedi di meno...

Commenta su Facebook

Sono riuscita a parlare con sanimpresa...e mi hanno detto che l'isolamento domiciliare veniva pagato fino al 31.12.2020.... da gennaio 2021 è previsto solo il rimborso per ricovero e intensiva...quindi niente rimborso per isolamento domiciliare

Ho chiamato unisalute e mi ha detto che a loro risulta solo il ricovero e non l'isolamento domiciliare...di provare a chiamare sanimpresa...che è sempre occupato 😔

Scusate....il FASIV è l’assistenza sanitaria integrativa per il personale Fiduciario, non per le GpG

Il bonus figlio è scomparso?..

Il mio istituto non aderisce e nemmeno versa ai dipendenti i 30 euro lordi, che si fa?

View more comments

Interposizione di mano dopera nella vigilanzaPer affrontare il problema, spinoso ed attuale nel nostro comparto, sarà necessario introdurre neldiscorso quelle che sono le leggi ed i principi enunciati dalle norme stesse, pertanto una prima introduzione va affrontata con questa chiave di lettura...La garanzia della solidarietà del committente e del subappaltatore delineata dall’art. 29, 2 comma del Dlgs 276/2003 per i crediti da lavoro, (ora anche autonomo, ndr), da luogo ad una serie notevole di questioni processuali, che risultano complicate dalle innumerevoli modifiche introdotte nel corso del tempo all’interno della stessa disposizione; la quale appare ora complessivamente rivolta a salvaguardare più il committente che a tutelare il lavoratore, nonostante questi sia oggi sempre più utilizzato all’interno di processi produttivi frammentati che prevedono il frequente ricorso a catene di appalti e subappalti.La locuzione latina intuitu personae, da tradurre con litaliano “avuto riguardo alla persona”, indica, nel linguaggio giuridico quei negozi (manifestazioni di volontà) nei quali si ritengono di particolare rilevanza le qualità personali dei soggetti contraenti. Tali contratti, in quanto basati sulla fiducia personale, sono intrasmissibili e, solitamente, si ritengono estinti con la morte di uno dei contraenti.Lespressione fa riferimento a un rapporto bilaterale (vi sono diritti e obblighi da entrambe le parti) e vi rientrano i contratti di lavoro subordinato, i contratti dopera, di appalto, e di mandato.Laffidamento intuitu personae è dunque proprio delle attività dei privati e sempre più limitato invece per le amministrazioni pubbliche, che nello spendere il denaro dei contribuenti, devono garantire per legge lequità e limparzialità delle scelte.Parlando invece dellinterposizione di manodopera, ci si riferisce a tutti i casi in cui un soggetto terzo si trovi a fornire dei propri dipendenti a unaltra impresa dietro compenso. Sempre più spesso le imprese, specialmente quelle di grosse dimensioni, stipulano con altre imprese più piccole o con società cooperative contratti di appalto per l’esecuzione di prestazioni e/o servizi endoaziendali. In buona sostanza, un’impresa mette a disposizione di un’altra il proprio personale, tramite un contratto, per svolgere attività integrate nel contesto aziendale dell’appaltante. L’impiego di tale manodopera, anche se avviene nel contesto di un contratto, spesso può risultare illegittimo in particolare se si eserciti interventi dispositivi e di controllo sul personale della ditta appaltante.Seppure abbiamo nel DM 269/2010, evidenti riferimenti alla terzietà delle GPG in servizio per motivi di sicurezza, non è raro che il fenomeno di interposizione di mano dopera faccia capolino nella vita di tutti i giorni degli addetti ai lavoratori, con disposizioni dirette senza passare per azioni di coordinamento con la società appaltantee persino nel controllo degli stessi. Un altro fenomeno è quello della scelta dei lavoratori addetti allappalto, aspetto molto più frequente e controverso se si esercita appunto la “intuitu personae”, scegliendosi i lavoratori da adibire nel servizio.Speriamo di poter intervenire presto in questo senso, proprio ora che sembra muoversi qualcosa nel mondo della vigilanza privata in Italia, un aspetto questo che farebbe sicuramente più piacere ai lavoratoti che a tutti gli altri soggetti chiamati al tavolo della Commissione Consultiva Centrale nel futuro disegno di legge che andrà in votazione, dando un primo segnale concreto di voler prendere a cuore la dignità del lavoratori della vigilanza privata, viste le lungaggini del rinnovo del contratto ormai fermo da troppo tempo
Interposizione di mano d'opera nella vigilanza

Per affrontare il problema, spinoso ed attuale nel nostro comparto, sarà necessario introdurre nel
discorso quelle che sono le leggi ed i principi enunciati dalle norme stesse, pertanto una prima introduzione va affrontata con questa chiave di lettura...
La garanzia della solidarietà del committente e del subappaltatore delineata dall’art. 29, 2 comma del Dlgs 276/2003 per i crediti da lavoro, (ora anche autonomo, ndr), da luogo ad una serie notevole di questioni processuali, che risultano complicate dalle innumerevoli modifiche introdotte nel corso del tempo all’interno della stessa disposizione; la quale appare ora complessivamente rivolta a salvaguardare più il committente che a tutelare il lavoratore, nonostante questi sia oggi sempre più utilizzato all’interno di processi produttivi frammentati che prevedono il frequente ricorso a catene di appalti e subappalti.
La locuzione latina intuitu personae, da tradurre con l'italiano “avuto riguardo alla persona”, indica, nel linguaggio giuridico quei negozi (manifestazioni di volontà) nei quali si ritengono di particolare rilevanza le qualità personali dei soggetti contraenti. Tali contratti, in quanto basati sulla fiducia personale, sono intrasmissibili e, solitamente, si ritengono estinti con la morte di uno dei contraenti.
L'espressione fa riferimento a un rapporto bilaterale (vi sono diritti e obblighi da entrambe le parti) e vi rientrano i contratti di lavoro subordinato, i contratti d'opera, di appalto, e di mandato.
L'affidamento intuitu personae è dunque proprio delle attività dei privati e sempre più limitato invece per le amministrazioni pubbliche, che nello spendere il denaro dei contribuenti, devono garantire per legge l'equità e l'imparzialità delle scelte.
Parlando invece dell'interposizione di manodopera, ci si riferisce a tutti i casi in cui un soggetto terzo si trovi a fornire dei propri dipendenti a un'altra impresa dietro compenso. Sempre più spesso le imprese, specialmente quelle di grosse dimensioni, stipulano con altre imprese più piccole o con società cooperative contratti di appalto per l’esecuzione di prestazioni e/o servizi endoaziendali. In buona sostanza, un’impresa mette a disposizione di un’altra il proprio personale, tramite un contratto, per svolgere attività integrate nel contesto aziendale dell’appaltante. L’impiego di tale manodopera, anche se avviene nel contesto di un contratto, spesso può risultare illegittimo in particolare se si eserciti interventi dispositivi e di controllo sul personale della ditta appaltante.
Seppure abbiamo nel DM 269/2010, evidenti riferimenti alla terzietà delle GPG in servizio per motivi di sicurezza, non è raro che il fenomeno di interposizione di mano d'opera faccia capolino nella vita di tutti i giorni degli addetti ai lavoratori, con disposizioni dirette senza passare per azioni di coordinamento con la società appaltantee persino nel controllo degli stessi. Un altro fenomeno è quello della scelta dei lavoratori addetti all'appalto, aspetto molto più frequente e controverso se si esercita appunto la “intuitu personae”, scegliendosi i lavoratori da adibire nel servizio.
Speriamo di poter intervenire presto in questo senso, proprio ora che sembra muoversi qualcosa nel mondo della vigilanza privata in Italia, un aspetto questo che farebbe sicuramente più piacere ai lavoratoti che a tutti gli altri soggetti chiamati al tavolo della Commissione Consultiva Centrale nel futuro disegno di legge che andrà in votazione, dando un primo segnale concreto di voler prendere a cuore la dignità del lavoratori della vigilanza privata, viste le lungaggini del rinnovo del contratto ormai fermo da troppo tempo
... Vedi altro...Vedi di meno...

Commenta su Facebook

Solo uno di problema!!????

COMUNICATO DA PARTE DELLINPSLaccesso tramite PIN ai servizi online con profili diversi da quello di cittadino non sarà più consentito dal 1° settembre 2021. Per i cittadini verranno fornite informazioni nelle prossime settimane per date di dismissione e nuove iniziative.
COMUNICATO DA PARTE DELL'INPS

L'accesso tramite PIN ai servizi online con profili diversi da quello di cittadino non sarà più consentito dal 1° settembre 2021. Per i cittadini verranno fornite informazioni nelle prossime settimane per date di dismissione e nuove iniziative.
... Vedi altro...Vedi di meno...
Ecco il numero di oggi de La MetaSerale 👇

La Meta Serale il quotidiano della sera dell'Ugl da oggi distribuito sul tuo cellulare, gratuito per sempre.
Salva in rubrica il numero 340 3277297 poi clicca qui e segui le istruzioni:
lametaserale.it
... Vedi altro...Vedi di meno...
News dallEuropa numero 6
News dall'Europa numero 6 ... Vedi altro...Vedi di meno...
Il preposto alla sicurezza e le sanzioni previste.Le sanzioni si riferiscono alla violazione degli obblighi previsti dallart.19 comma 1 del D.lgs 81/08 e sono elencati in questo post: https://www.facebook.com/UGLSC/photos/a.104302791551292/200779671903603/
Il preposto alla sicurezza e le sanzioni previste.
Le sanzioni si riferiscono alla violazione degli obblighi previsti dall'art.19 comma 1 del D.lgs 81/08 e sono elencati in questo post: www.facebook.com/UGLSC/photos/a.104302791551292/200779671903603/
... Vedi altro...Vedi di meno...
Carica di più